Mal di schiena, compiti per le vacanze tra mare e bagnasciuga!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il mal di schiena colpisce gran parte della popolazione ed è un problema spesso trascurato e sottovalutato. Molte patologie sono responsabili di questo sintomo che può influire sulle attività della vita quotidiana in differenti modi: da un semplice fastidio a un dolore più intenso che nei casi più gravi può costringerci a limitare le attività della vita quotidiana.
In Italia il mal di schiena è la prima causa di assenteismo dal lavoro (seguita dal mal di testa) e la seconda di invalidità permanente. Tutti almeno una volta nella vita hanno sofferto di mal di schiena che solitamente si risolve in pochi giorni, anche se purtroppo nella maggior parte dei casi il dolore si ripresenterà.
Paradossalmente nonostante l’estate sia sinonimo di vacanze e riposo, si possono verificare una serie di situazioni che riacutizzano o peggiorano il dolore.

Capita spesso durante il viaggio di assumere posture scorrette a causa delle lunghe tratte da percorrere in auto o in aereo, delle ore trascorse su sdraio e lettini e delle calzature che, pur sembrando più comode (come le ciabatte infradito), in realtà non danno il giusto supporto ai piedi e alla schiena. E se poi ci aggiungiamo lo stress del cambio del letto e del sollevamento di valigie, l’esposizione ad aria condizionata e un’attività fisica più intensa rispetto a quella sedentaria a cui il nostro corpo è abituato, la comparsa o la riacutizzazione del mal di schiena è assicurata.
Molte di queste situazioni si possono evitare mettendo in pratica dei semplici accorgimenti: se ti appresti ad esempio a compiere un lungo viaggio in auto regola il sedile in modo da avere schiena e testa ben poggiate; in caso di una lunga traversata in aereo, porta con te un cuscino da viaggio e alzati ogni mezz’ora per fare due passi. Non dimenticare di riposare bene, ovviamente non puoi portare con te il tuo letto ma cerca almeno di trovare una posizione idonea per mantenere in asse la colonna vertebrale.

Ma quali sono gli esercizi da fare in vacanza per prenderci cura della nostra schiena? Se vai al mare ricorda, durante un bagno rinfrescante, di prediligere il nuoto stile dorso per ottenere un rinforzo dei muscoli della schiena che ti permetterà di migliorare la postura e ridurre il dolore. Allo stesso scopo questi due esercizi possono essere molto utili e facili da eseguire anche in spiaggia: posizionati sul telo partendo dalla posizione prona e solleva alternativamente una gamba e poi l’altra per rinforzare i muscoli lombari, mentre dalla stessa posizione di partenza solleva il più possibile il tronco per agire sui muscoli estensori della colonna. Anche il rinforzo dei muscoli addominali è fondamentale per il miglioramento della postura. Possiamo consigliare il seguente esercizio: dalla posizione supina con le ginocchia flesse, i piedi appoggiati al suolo e le braccia distese lungo i fianchi, solleva la testa mantenendo la posizione per almeno 3 secondi. Eseguire 3 serie da 3 ripetizioni di questi esercizi durante la vacanza, rappresenta un valido programma di allenamento facile per la spiaggia.

Anche una semplice passeggiata sul bagnasciuga ti permetterà di ottenere numerosi benefici sulla microcircolazione delle gambe oltre alla nota azione curativa del clima marino che è base della talassoterapia.  Se hai un mal di schiena che persiste da più tempo è verosimile che alla base del dolore ci sia un processo infiammatorio. La talassoterapia comprende una serie molto variegata di trattamenti in grado di agire sullo stress e sull’infiammazione. Una delle possibili applicazioni talassoterapeutiche è la balneoterapia, effettuata con acqua di mare a temperatura compresa tra 35 e 40 gradi circa, che produce benefici sia sul sistema cardiocircolatorio che sul distretto osteoarticolare.

A cura di Francesca Gimigliano, docente di Medicina Fisica e riabilitativa all'Aou Vanvitelli

CHI SIAMO  |   PRIVACY  |  UNICAMPANIA.IT