Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Festival della Crescita arriva al cuore di Napoli. L’economia civile, nata con Antonio Genovesi nel 1752 a Napoli, rilanciata dal Festival della Crescita all’interno di riflessioni sul Nuovo Rinascimento Napoletano. Due intense e dinamiche giornate in collaborazione con l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, con il Patrocinio del Comune di Napoli e della Fondazione Umberto Veronesi. Lungo il percorso del Festival della Crescita di Napoli verranno raccontati e condivisi molti tra i progetti di rigenerazione urbana e civile che interpretano l’innovazione sociale in questa città, sempre in bilico tra genialità inventiva, arte di arrangiarsi e teatralità quotidiana. Il progetto del Festival della Crescita, ideato da Francesco Morace (sociologo e scrittore) e realizzato da Future Concept Lab, l’Istituto da lui diretto, mette a fuoco progetti di innovazione e attiva connessioni tra università e imprese, cittadini e istituzioni, studenti e progettisti. La due giorni di Napoli ha visto il confronto tra istituzioni cittadine che stanno investendo sulla crescita delle infrastrutture per il turismo - ad esempio con gli interventi di Margherita Chiaramonte dell’Aeroporto Internazionale di Napoli a Pietro Spirito del Sistema Portuale del Mar Tirreno centrale - e operatori culturali che nel mondo del cinema, della letteratura, del teatro stanno rilanciando in modo originale l’immaginario della città partenopea: Luciano Stella fresco vincitore di due Premi Donatello per il film di animazione La Gatta Cenerentola ha dialogato a questo proposito con Maurizio De Giovanni, tra gli scrittori più apprezzati in Italia con i suoi personaggi che hanno raccolto interesse e curiosità anche nella loro seconda vita televisiva, mentre Stefania Ventura ha raccontato la grande tradizione del teatro napoletano. Il filo conduttore del Tour 2018 è stato dedicato alla progettualità in tema di educazione e sviluppo dei talenti (individuali e territoriali), con approfondimenti sull’economia civile e su nuovi scenari per il Sistema Italia: su questi temi Napoli può vantare la primogenitura di Antonio Genovesi e darà quindi un grande contributo con numerosi interventi, tra i quali Antonino Esposito e il Manifesto della Positività; Gaetano Daniele, Assessore alla Cultura del Comune di Napoli; Enrico Fontana di Legambiente; Renato Quaglia della Fondazione Foqus Quartieri Spagnoli; Fabrizio Bellavista e Gaetano Esposito sul ponte Milano-Napoli dell’economia civile che continuerà con Stefano Moriggi dell’Università di Milano Bicocca raccontando con Alfonso Palumbo l’esperienza didattica di Pontecagnano (Salerno). Alcune sessioni sono state poi dedicate al boom del mondo alimentare come portatore di nuovi valori conviviali e legami con il territorio, coinvolgendo Slow Food Campania, la Fondazione Umberto Veronesi e l’Alleanza dei cuochi e dei pizzaioli di Slow Food.

Un evento curato e realizzato da www.futureconceptlab.com

Dal 1989 ricerca e consulenza per l’innovazione Future Concept Lab è un Istituto di Ricerca e Consulenza strategica che si distingue nel panorama internazionale come uno dei centri più avanzati dell’innovazione. Con attività e clienti in Europa, USA, Asia e Sudamerica, e 50 corrispondenti in 25 paesi del mondo, Future Concept Lab nasce come progetto globale che sviluppa ricerca, consulenza, formazione per l’innovazione. L’obiettivo è proporre a livello internazionale nuovi concept di prodotto, comunicazione e distribuzione per affrontare i mercati avanzati ed emergenti, lavorando sulle parole chiave del futuro. Future Concept Lab realizza interventi di ricerca integrati con metodologie specifiche che conducono alla definizione di scenari di settore, svolge attività di consulenza e formazione, realizza pubblicazioni che rappresentano il risultato del proprio lavoro di laboratorio e osservatorio internazionale.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Clinici e ricercatori da tutto il mondo per premiare la ricerca. Si è svolto a Boston, Massachusetts, USA, dal 4 al 7 Marzo,  la venticinquesima edizione della Conference on Retrovirus and Opportunistic Infections (CROI), il più importante appuntamento scientifico internazionale per i clinici ed i ricercatori che si occupano di infezione da HIV (Human Immunodeficiency virus) e di infezioni da virus. Tra i 15 ricercatori premiati - età media 31 anni ed in prevalenza dal centro sud, c'è anche Lorenzo Onorato, specializzando in Malattie Infettive alla Vanvitelli, con un lavoro sul ruolo del microRNA miR125a-5p nella patogenesi della fibrosi epatica in pazienti con epatite cronica B. Tale ricerca è stata realizzata dal dottor Onorato grazie alla collaborazione tra i laboratori di ricerca di Malattie Infettive e di Biologia Molecolare, guidati rispettivamente da Nicola Coppola, docente al Dipartimento di Salute Mentale, Fisica e Medicina Preventiva, e Aniello Russo, docente Dipartimento di Scienze, e Tecnologie Ambientali Biologiche e Farmaceutiche. Nell’ambito di tale conferenza i giovani ricercatori italiani under 40 anni  hanno visto accettato il loro lavoro scientifico al prestigioso congresso internazionale. 

Chairman del premio Guido Silvestri, professore alla Emory University di Atlanta e direttore della divisione di Microbiologia ed Immunologia al Yerkes National Primate Researcher Center, che pur occupandosi di HIV negli Stati Uniti da sempre, si batte per il riconoscimento delle valenze scientifiche italiane, specie quelle dei giovani.

"Il prestigioso riconoscimento, del resto già ottenuto da altri giovani ricercatori del nostro Ateneo edizioni del CROI nel 2016 e 2017, testimonia la bontà della ricerca effettuata presso il nostro Ateneo - commenta Nicola Coppola - e la capacità di formare giovani ricercatori, missione fondamentale delle scuole universitarie".

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Mercoledì 25 Aprile nell’Arena Spartacus di Santa Maria Capua Vetere, in occasione del Settantatreesimo anniversario della Liberazione, si svolgerà la “Festa della Resistenza”, che segnerà il momento conclusivo della terza edizione del Festival della Letteratura nel segno del Mito “La memoria degli Elefanti”. Arte, storia, musica ed enogastronomia saranno gli ingredienti di un fitto programma, organizzato in collaborazione con il Comune di Santa Maria Capua Vetere, il Polo Museale della Campania, l’Università della Campania Luigi Vanvitelli, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia - Sezione di Caserta e numerose realtà associativa del casertano, anche per testimoniare l’importanza di un’alleanza culturale sistemica per la valorizzazione del territorio dell’Antica Capua.
Lo start del programma è alle 18.00 ma c’è la possibilità di arrivare sul posto anche molto prima per la visita all’intero circuito archeologico (aperto dalle 9 alle 18.50 - ultimo ingresso ore 17.50) con Museo Archeologico dell’Antica Capua, Museo dei Gladiatori, Anfiteatro Campano e Mitreo.

Locandina

Info e programma: www.iamspartacus.it

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La giornata internazionale della donna all'Università della Campania “Luigi Vanvitelli con “Donna a colori. Protagoniste ieri oggi domani.” L’8 marzo si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale della donna. Un evento che anche quest’anno vede l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” in prima fila con una manifestazione, organizzata insieme al Comune di Santa Maria Capua Vetere, che si svolgerà proprio l’8 marzo 2018 a Santa Maria Capua Vetere. 

L’iniziativa, promossa dalle Delegate di Ateneo alle Pari opportunità (Marianna Pignata) e per la Terza Missione e Promozione del territorio (Lucia Monaco), in collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo, e con i Dipartimenti di Giurisprudenza e di Lettere e Beni culturali vedrà la partecipazione delle Autorità istituzionali di Ateneo e del Territorio. La giornata si terrà nell’Aulario che accoglierà, per l’occasione, oltre 250 alunni degli istituti superiori della provincia. Nel programma sono previste le performances degli studenti di diversi dipartimenti ma anche di tanti giovani allievi degli Istituti I.S.I.S.S. “Amaldi-Nevio” – Santa Maria Capua Vetere; Liceo Statale “P. Giannone” – Caserta; Liceo Statale “N. Jommelli” – Aversa; ITIS - LS “F. Giordani”- Caserta; Liceo Statale “A. Manzoni” – Caserta; Liceo Statale “S. Pizzi” – Capua; I.S.I.S.S. “Righi-Nervi” – Santa Maria Capua Vetere che animeranno, con brani, canzoni e musica, uno spazio di condivisione culturale diffusa e partecipata per 'omaggiare' la donna nelle sue molteplici 'sfaccettature'. Introdurranno la giornata le docenti Lucia Monaco, Marianna Pignata, Arianna Sacerdoti, Petronia Carillo, che presenteranno quattro figure femminili che si sono distinte per la loro forza e personalità nell’ambito della politica, letteratura, scienza e costume. Inoltre, Maria Antonietta Sbordone illustrerà - anche con un video – la creatività delle allieve del corso di Design dell’Ateneo.

 Locandina

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

a cura di Rosanna Cioffi, Prorettrice alla Cultura - Vice Rector for Cultural Affairs

"Vuoi venire a parlare al Museo Campano di Capua? Certo, ma non conosco questo Museo...E' un museo straordinario dove si conservano le sculture italiche delle Matres matutae e le teste fridericiane della Porta di Capua. Allora vengo ancora più volentieri!"

Questo il dialogo avuto col prof. Antonino De Francesco, autore di Storiografia e mito della Grande Révolution. La rivoluzione francese nella cultura politica italiana del '900" il libro che il prof. Antonino De Francesco, prof. ordinario di storia moderna all'università Statale di Milano, ha dedicato al tema di cui discuterà il 12 aprile alle 17.30 nel salone delle conferenze del Museo campano di Capua. Un'occasione unica per studenti e appassionati di storia e non solo, di ascoltare uno studioso, ma anche brillante conversatore, su un evento dal quale sono scaturiti due secoli di storia europea e i cui effetti si sono a lungo risentiti nel campo non solo socio-economico ma anche istituzionale e culturale. Si tratta del secondo degli appuntamenti previsto dal ciclo intitolato: I giovedì al museo Campano. Connessioni tra Miti e Storia dall'antico al contemporaneo, una serie di incontri con grandi specialisti e bravi comunicatori di tematiche che intrecciano la storia quando diventa mito e viceversa. Il termine connessioni allude naturalmente a un modo di relazionarsi molto in voga attualmente ma, in questo caso, la connessione non è virtuale, vuole essere un modo diretto di comunicazione e di ascolto che troppo spesso si tende a dimenticare e la cui valenza di coinvolgimento e partecipazione reale va invece ricordata e riscoperta. La sede: la scelta del Museo Campano, per quest'anno accademico 2018/2019, vuole sottolineare l'impegno dell'Ateneo vanvitelliano a promuovere i beni culturali del territorio sul quale forma i suoi studenti, volendo sottolineare la sua mission di interazione con le comunità di Caserta, Capua, Santa Maria Capua Vetere ed Aversa, dove insistono i suoi attivissimi Dipartimenti. "

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Partecipa al contest fotografico dell’Università Vanvitelli raccontando con uno scatto su Instagram la tua giornata di orientamento in V:orienta.

Come partecipare?

  • Visita i nostri stand il 13 e 14 aprile presso l’Aulario di Via Perla a Santa Maria Capua Vetere
  • segui il profilo ufficiale dell’Università Vanvitelli @unicampania
  • carica una foto della giornata sul tuo profilo pubblico con l’hastag #vanvitelliorienta.

Le tre foto considerate più rappresentative saranno pubblicate su Instagram e Facebook.
Il Centro di Comunicazione di Ateneo contatterà privatamente i vincitori del contest tramite Instagram per il ritiro dei premi.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Prestigiosi riconoscimenti per Antonio Viviani, docente di Aerodinamica all'Università Vanvitelli. In particolare il docente è stato nominato vice-chair, scientific activity committee dell'Accademia Internazionale di Astronautica, ed è stato eletto nel board of trustees of the international academy of astronautics. Nel 2017, infine, il docente ha ricevuto il premio distinguished service award 2017 of the international astronautical federation.

"Un successo del genere non è solo un riconoscimento personale del docente - afferma Furio Cascetta, Direttore del Dipartimento di Ingegneria - ma è anche un riconoscimento per il Dipartimento, all’interno del quale il docente lavora e conduce le sue ricerche - e per l’Ateneo tutto".

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rinnovata la convenzione con il Centro Residenziale Studi di Caserta della Scuola Nazionale dell'Amministrazione di Caserta. Il Centro residenziale e studi (CRS) della Scuola Nazionale dell'Amministrazione ha sede a Caserta, al corso Trieste - n. 2, in uno dei due emicicli ellittici del grandioso Palazzo Reale voluto da Carlo III di Borbone e realizzato nella seconda metà del Settecento da Luigi Vanvitelli.

La struttura residenziale si estende su una superficie di circa 4.000 mq articolata su quattro livelli e dispone di 43 camere singole, 5 camere doppie e 4 camere matrimoniali, che potranno essere utlizzate in convenzione da studenti, ospiti e personale dell'Ateneo.

Il costo del pernottamento, compreso prima colazione, è pari a € 25,00 per persona per notte.

La richiesta di disponibilità dovrà essere effettuata direttamente dagli ospiti collegandosi al seguente link: https://www.unicampania.it/index.php/sna

Il pagamento dovrà essere effettuato prima dell'arrivo mediante bonifico bancario secondo le indicazioni fornite sul sito.

Come fare per prenotare

Tutte le info per le strutture ospitanti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Prestiti, mutui, cessioni del quinto dello stipendio a tassi agevolati. E' Bank@Work, la Banca sul posto di lavoro, un’iniziativa di UniCredit che nasce per offrire ai dipendenti dell'Università Vanvitelli la possibilità di ricevere la consulenza specializzata di un Agente in Attività Finanziaria della rete MyAgents, su prodotti e servizi di UniCredit direttamente presso l’azienda, durante eventi dedicati, o in un luogo concordato con il dipendente. L’idea nasce dall’esigenza, sempre più forte, di offrire servizi innovativi ai dipendenti delle aziende che si avvalgono della rete MyAgents in un’ottica focalizzata sul benessere aziendale. Proprio per questo la rete di agenti in attività finanziaria MyAgents, mette a disposizione una consulenza qualificata che possa aiutare i tuoi dipendenti a far fronte ai loro bisogni concreti.
MyAgents è la rete di Agenti in Attività Finanziaria che il Gruppo UniCredit mette a disposizione dei propri clienti grazie ad una capillarità estesa su tutto il territorio nazionale e ad un servizio di consulenza e di offerta di prodotti e servizi bancari disponibili direttamente sul posto di lavoro o in altro luogo. è possibile concordare un appuntamento in qualsiasi giorno della settimana e negli orari più comodi, anche attraverso il sito www.bankatwork.unicredit.it. I prodotti sono collocati attraverso gli Agenti MyAgents: professionisti integrati nella cultura UniCredit e specializzati nel collocamento di prodotti di finanziamento.
Chi sono gli Agenti della rete MyAgents?
Le aziende che aderiscono all’iniziativa Bank@Work possono concordare la tipologia di servizio e consulenza per creare eventi e giornate “su misura” per offrire al proprio dipendente la possibilità di fissare un appuntamento con il consulente anche fuori dal normale orario di lavoro, presso il proprio domicilio o dove è più comodo.
Come funziona?
L’iniziativa Bank@Work è completamente gratuita e mette a disposizione un consulente della rete MyAgents UniCredit che, su richiesta dei dipendenti, fornirà un’assistenza personalizzata per individuare i prodotti del modello di servizio Bank@Work più adatti alle proprie esigenze: in pochi e semplici passi, compilando il form online, il dipendente può entrare in contatto con un Agente, chiedere informazioni sull’offerta Bank@Work o fissare un appuntamento
per una consulenza dedicata.
Cessione del Quinto dello Stipendio
Il prestito “Cessione del Quinto dello Stipendio” consente di avere un finanziamento la cui rata, a differenza dei prestiti personali, viene “trattenuta” direttamente in busta paga dal datore di lavoro.
Il Prestito Cessione del Quinto Bank@Work ha le seguenti caratteristiche:
• durata da 24 a 120 mesi
• tasso fisso per tutta la durata del prestito
• quota cedibile massimo 1/5 dello stipendio netto.
Mutui
UniCredit presenta un’offerta di Mutui per acquisto casa o ristrutturazione ampia e pronta a dare risposte alle esigenze del Cliente. La Gamma Mutuo Valore Italia sarà illustrata al dipendente dall’Agente MyAgents in tutte le sue caratteristiche e particolarità con un servizio di consulenza dedicato.
Prestiti personali
I prestiti personali Bank@Work di UniCredit possono aiutare il dipendente nella realizzazione di piccoli e grandi progetti suoi e della sua famiglia. Se il dipendente desidera effettuare un acquisto e non dispone della somma necessaria
può individuare con l’aiuto dell’Agente MyAgents il Prestito Personale che meglio risponde alle sue esigenze.

CHI SIAMO  |   PRIVACY  |  UNICAMPANIA.IT