I migranti del Mediterraneo si raccontano a Futuro Remoto in un percorso interattivo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Quanti sono nel mondo coloro che decidono di migrare? Perché si parte scegliendo di affrontare viaggi in mare in condizioni disumane? Alla Sun facciamo il punto sull'aspetto sociale di un tema così delicato.

Sono 244 milioni i migranti nel mondo, il 41% in più rispetto al 2000 (dati ONU 2015). L'immigrazione è un fenomeno in crescita che troppo spesso viene affrontato superficialmente senza tenere conto degli aspetti sociali del fenomeno. Quali sono le storie di ogni uomo, donna e bambino che arrivare sulle coste europee? E quali sono i pregiudizi e gli immaginari che ognuno ha nei confronti dei migranti?

Tra le rotte principali dei 76 milioni di migranti in Europa c'è il Mediterraneo, tristemente noto per il numero di morti che si verificano ogni anno, che solo nell'anno 2016 ha accolto 252.045 migranti e rifugiati via mare.

A Futuro Remoto grazie al Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” della Seconda Università degli Studi di Napoli ci sarà un percorso interattivo per riflettere insieme sul fenomeno della migrazione nel Mediterraneo partendo proprio dai racconti e dalle esperienze migranti. Lo scopo è far diventare i fruitori del percorso consapevoli dei propri immaginari, pregiudizi e conoscenze sul tema della migrazione e dei propri confini nel contesto globale.

CHI SIAMO  |   PRIVACY  |  UNICAMPANIA.IT