H2O, it's just water!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per dare una marcia in più al cervello basta un bicchiere d’acqua! Vuoi saperne di più? Partecipa ai laboratori didattici interattivi

Acca_Due_O: due atomi di idrogeno e uno di ossigeno, una formula semplice per l’acqua, il composto più versatile dell’universo, elemento base della vita e riconosciuto principio di tutte le cose già per i filosofi antichi, ottimo conduttore in fisica e secolare vettore di popoli e conoscenze.
Gran parte del nostro corpo è composto di acqua, ma è nel cervello che ne risiede la  quantità più abbondante. E’ proprio quest’organo, così centrale per la nostra vita, ad esserne infatti costituito per circa l’85%. E dall’acqua viene protetto perché in essa galleggia  (ci riferiamo al liquido cefalo-rachidiano). Pertanto, bere anche solo un bicchiere d’acqua può far aumentare le performances del cervello e renderci più efficienti del 14%.

E’ inoltre determinante nel dirigere processi biologici e sembra essenziale per un efficiente “lettura” delle informazioni nel DNA. Le principali caratteristiche chimiche dell’acqua ne consentono l’impiego come mezzo per estrarre sostanze attive a partire da fonti naturali: il mare è un grande potenziale serbatoio di sostanze naturali ad attività terapeutica da cui trarre nuovi farmaci per il trattamento di malattie neoplastiche, infiammatorie e neurodegenerative.

Se vuoi saperne di più, partecipa ai laboratori  didattici interattivi “IT’S JUST WATER”.
Rivolte soprattutto agli studenti delle scuole medie, superiori e universitari, le attività proposte permetteranno ai partecipanti di crescere nella consapevolezza delle principali caratteristiche chimiche dell’acqua e del suo impiego come mezzo per estrarre sostanze attive a partire da fonti naturali, quali il mare. Inoltre all’acqua del Mediterraneo, come incubatore culturale e mezzo di trasmissione di conoscenze saranno dedicati i laboratori di Spazio Mediterraneo: nell’unione tra acqua e grano, pianta di civiltà dell’area, la sapienza del fare si sposerà alla chimica degli alimenti, nelle preparazioni di pane, pasta e couscous.

Marina Melone è docente di Neurologia presso la Scuola di Medicina, UOC Neurologia 2, Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche, Neurologiche, Metaboliche e dell’Invecchiamento, della Seconda Università degli Studi di Napoli, ed è Direttrice del Centro Interuniversitario di Ricerca in Neuroscienze – CIRN-na
Valeria Costantino è docente di Chimica delle Sostanze Naturali, TheBlueChemistry Lab., Dipartimento di Farmacia, Università Federico II, Napoli.
Serenella Gagliardi Presidente di Spazio Mediterraneo.

CHI SIAMO  |   PRIVACY  |  UNICAMPANIA.IT